venerdì 14 luglio 2017

Food Friday: festa del Redentore con bigoli in salsa

Food Friday: festa del Redentore a Venezia con i bigoli in salsa


Buongiorno Buongiorno!!

Questo weekend a Venezia si festeggerà il Redentore

Questa festa risale al 1575 quando l'Italia intera, compresa Venezia, furono colpite da un'ondata di peste

La popolazione era messa a dura prova, la città stava soffrendo, i lazzaretti erano pieni e il doge, non sapendo più cosa fare, chiese alla popolazione di pregare affinchè finisse questa pestilenza. 

Il doge decretò la costruzione di una basilica non appena questa pestilenza fosse finita. 

Ecco che due anni dopo, nel 1577 la prima pietra della chiesa del Redentore fu posata. 

Progettata da Palladio, la basilica del Redentore sorge sull'isola della Giudecca, chiamata l'isola delle foche. 

Basilica del Redentore - Venezia
Il doge del tempo, Sebastiano Venier, volle visitare la Basilica prima che venisse completata. Fu così costruito un ponte che collega Piazza San Marco all'isola della Giudecca. 

La Basilica del Redentore fu finita e inaugurata nel 1592.

Ogni anno viene costruito questo ponte su barche per permettere alla popolazione di recarsi in pellegrinaggio alla Basilica del Redentore.

Ponte di barche - Redentore Venezia

Questa occasione di celebrazione della fine della peste, divenne un momento per tutti i veneziani di riunirsi e festeggiare assieme.

L'usanza è quella di addobbare la barca con delle luci, mettere dei tavoli e delle panche, portarsi la cena al sacco, gettare l'ancora in Bacino San Marco e aspettare i fuochi d'artificio in compagnia mangiando piatti tipici veneziani.


Io ho avuto la fortuna di fare il Redentore in barca due volte, quando ero più piccola, ed è una esperienza non da poco. Secondo me, il Redentore o lo fai in barca o non è la stessa cosa. 

La città si riempie in modo improponibile di persone, tutti accalcati sulle rive di San Marco per vedere i fuochi o per mangiare con delle tavolate di amici.

Certo, se non siete di Venezia, piuttosto che niente, va bene anche essere a piedi.


Che piatti si mangiano, di solito, tipici della tradizione?


Pasta e fagioli, bovoletti, bigoli in salsa, sarde in saor....e dopo i fuochi l'immancabile anguria!

Se vi siete presi all'ultimo e volete festeggiare da lontano il Redentore, vi posso consigliare i bigoli in salsa. 

Bigoli in Salsa

I bigoli in salsa altro non sono che una pasta, i bigoli, condita con cipolle stufate e acciughe. 

So che la cosa non sembra allettante, ma restate con me un altro po.

I bigoli sono degli spaghetti porosi, un po' grossi, di farina integrale che vengono conditi con questa particolare salsa. 

Bigoli - Pasta

La salsa è fatta con le cipolle bianche che vengono fatte appassire molto lentamente con dell'olio di oliva assieme alle acciughe sotto sale deliscate e dissalate. 

Il gusto della salsa è dolce e un po' forte per via della cipolla e delle acciughe.

E' una di quelle cose che o piace o niente. Io non vado matta, ma mio papà si! In autunno-inverno spesso alla domenica si mette a fare questo sugo per la settimana e non vi dico il profumo che inonda la casa. 

Non manca poi l'occasione per prendersi una porzione di bigoli in salsa alla sagra di beneficienza che fanno ogni anno in campo dietro casa mia. 

Caldi o appena tiepidi, questi bigoli sembrano essere sempre buoni.

Siete mai venuti a Venezia per il Redentore? Se vi capita è una esperienza da non perdere. 
Festa del Redentore - Venezia

Molti sono i ristoranti che per l'occasione preparano una cena apposta
Più il ristorante è vicino a San Marco e più ha la vista sul Bacino per i fuochi, più i prezzi per la cena si alzano.

Spero di avervi invogliato a provare questo piatto tipico veneziano, o di venire a Venezia direttamente!

Buona Vita!

Nessun commento:

Posta un commento