domenica 14 gennaio 2018

Loto: fiore e radice, eleganza e benessere dallo spirito al piatto

Loto: fiore e radice, un simbolo di eleganza e benessere


Buongiorno Buongiorno!

Direttamente dalla cucina di Masterchef Italia 7, vengo portando la radice di loto.

Datemi solo 2 righe per parlare dell’edizione di quest’anno di Masterchef…il livello dei partecipanti, il numero di ragazzi giovanissimi e la quantità di prodotti freschi e interessanti presenti in quella dispensa grande come il mio salotto….

Nella prima vera puntata di Masterchef, quella con i 20 sfidanti in cucina, avete visto che il tema della Mistery Box era i cibi portafortuna
Manco farlo apposta, perfettamente in linea con il mio post!

A proposito di ingredienti curiosi, mi ha colpito la radice di loto.

Fiore di loto


Io conoscevo il fiore di loto, non perché l’avessi mai visto dal vero, ma per la sua simbologia buddhista. 

Bello, elegante, puro … questo fiore cresce da paludi e acquitrini ma ha la capacità di risplendere e di distinguersi dall’ambiente che lo circonda.
 
Loto
Fiore bianco e rosa, sono i colori dei fiori più diffusi. Ci sono anche gialli, azzurri e rossi.

Il fiore si chiude alla sera per riaprirsi alla mattina, proprio come se ogni giorno nascesse. Ecco che grazie a questo e alla capacità dei petali di rimanere puliti nonostante gli acquitrini fangosi, il loto assume diversi valori simbolici.

È il fiore simbolo di India e Vitnam.

Loto bianco
Del loto è comune utilizzare anche il fiore. I petali servono per estrarre oli essenziali che favoriscono concentrazione e meditazione. Se fatti essiccare, i petali forniscono infusi e tisane dall’effetto rilassante.

Loto radice

Originario dell’Asia e dell’Australia, il loto è una pianta acquatica perenne. Ha una radice che cresce sott’acqua, nel fango e questa può raggiungere anche i 20 cm di lunghezza.
Radice di loto
Ricca di micronutrienti quali sali minerali tra cui rame, zinco, sodio, potassio, magnesio, ferro, vitamina C e del gruppo B, la radice di loto è utilizzata dalle popolazioni orientali anche per le benefiche proprietà per l’apparato respiratorio e per rafforzare il sistema immunitario.

La radice occorre sbucciarla per poterla utilizzare in cucina, in modo da allontanare il gusto amarognolo.

Quando tagliata a rondelle, grazie ai fori interni, assomiglia ad un elegante merletto.
Radice di loto a fette
Cotta al vapore, saltata in padella, fritta, ripiena o in zuppa, la radice di loto è comunemente consumata in Cina e in Giappone soprattutto durante le feste

Trovare la radice di loto non è semplice, da noi. Magari qualche negozio etnico la tiene essiccata. Oppure potere provare online.

Ed ecco che anche oggi abbiamo portato a casa due lire di informazione in più.

Spero di avervi tenuto compagnia e fino alla prossima volta,


Buona vita!

Nessun commento:

Posta un commento