domenica 7 agosto 2016

Ready, set....Colazione!

Colazione: importanza e ispirazione

Buongiorno buongiorno! Come vi va la vita in questo prima domenica di agosto? State leggendo questo posto all’ombra di un ombrellone con un mare cristallino sullo sfondo, oppure con il plaid sulle spalle e una tazza fumante di te ai piedi della montagna? Ovunque siate, vi auguro una magnifica giornata :D
Io sono qua, in quel di Venezia, a ringraziare per questo improvviso cambio di tempo, che ha portato un cielo turchino, aria limpida e arietta fresca.
Oggi parliamo di colazione! Chi fa colazione?? 


Lo scopo iniziale di questo post era quello di spiegarvi l’importanza della colazione, di convincervi a inserirla qua e la durante la settimana e di proporvi alcuni esempi di colazione per soddisfare le voglie salate e dolci. Beh, alla fine delle mie controverse ricerche, mi trovo a presentarvi semplicemente lo stato dell’arte, ovvero: non ci sono prove scientifiche a sostegno di una o dell’altra teoria. Quindi, in parole semplici, non ho trovato valide motivazioni che spieghino l’importanza della colazione, ne valide motivazioni che consiglino di non farla.
Cominciamo con la mia esperienza personale, per cui qualcuno di voi può relazionarsi oppure no. Io ho sempre fatto colazione, fin da quando ero piccola. Passando dal latte caldo, rigorosamente caldo, (freddo mi faceva SCHIFO) con i cereali o i biscotti da inzuppare; passando per il latte freddo con cereali o biscotti (dopo una vacanza studio in college in cui c’era solo latte freddo ho imparato ad apprezzarlo); passando per un periodo in cui ero scimpanzi e mangiavo solo un vasetto di yogurt e forse una fetta biscottata; fino ad arrivare ad oggi in cui quando ho voglia mi faccio i pancakes, oppure una frittatina, ma più comunemente mi faccio una ciotola di yogurt con frutta fresca, secca, cereali e spezie. Insomma, per me non esiste cominciare una giornata senza colazione. Pensate che ogni tanto alla mattina mi trovo a svegliarmi con la pancia che brontola! Come potrei arrivare direttamente a pranzo….perchè sono troppo impegnata/in ritardo per la lezione o il treno/pigra?! Beh vi dico che ogni tanto, per motivi universitari mi ritrovavo a prendere il treno alle 5.42 o prima, (è successo solo un paio di volte per delle uscite didattiche) e indovinate?! Facevo colazione anche a quelle ore li! Ebbene si, ero disposta ad alzarmi prima solo per poter fare colazione. Perché? No, non sono masochista, ma dopo aver fatto colazione il cervello riceve energia, quindi mi sento sveglia, connetto, non ho bisogno di caffè, e sono pronta ad affrontare la giornata anche alle 5 di mattina.
Detto questo, ero convinta di trovare letteratura a sostegno della tesi che fare colazione alla mattina è un must, per cui tutti devono farla. In realtà, devo ricredermi.
Cominciamo dal detto popolare che dice: “a colazione mangia come un re, a pranzo come un principe, a cena come un povero”. E se lo dice un detto popolare, vuoi che non sia vero? Se ci pensiamo, ha senso. Alla mattina abbiamo tutta la giornata davanti, che non sappiamo cosa ci potrà riservare. Sembrerebbe logico mangiare quanto basta per ricaricarsi di energia dopo un lungo periodo di digiuno, quando dormiamo, e per fare poi quello che abbiamo in programma. Vi è mai capitato di fare tardi per pranzo o di saltare lo spuntino di metà mattina…. Se solo avessi fatto colazione, o se solo avessi mangiato un po’ di più? Non ve lo siete mai detto?! Nell’europa meridionale è usanza fare colazione con molti carboidrati, che verranno conservati come energia disponibile nell’immediato e nel futuro. Al nord, invece, è tipico consumare principalmente proteine, che contribuiscono al senso di sazietà, forniscono comunque energia, ma la modalità di combustione cambia. L’ideali sarebbe combinare carboidrati semplici, complessi a proteine; non il contrario. Ovvero: dai maggiore importanza ai carboidrati che saranno accompagnati da una quantità minore di proteine. All’inizio della giornata il nostro organismo è più attivo, produce più ormoni che aiutano nella regolazione dell’appetito e nella digestione. Alla mattina, quindi, con la colazione, andiamo ad attivare il metabolismo che brucerà più energia durante la giornata. Ecco, quindi, che per tutte queste ragioni, anche i medici consigliano di cominciare la giornata con una colazione. Aggiungici poi che si manterranno a bada le voglie di alimenti zuccherini e di carboidrati, perché i livelli di zucchero nel sangue sono più regolati. Grazie alle vitamine, ai minerali e ai buoni macronutrienti, la macchina ben oliata che è il nostro corpo, può funzionare al meglio.
Detto questo, un collegamento sorge spontaneo: se faccio colazione e attivo il metabolismo, consumo energia e quindi dimagrisco? È un po’ questa l’idea di fondo. In realtà non ci sono chiari sostegni a questo proposito.
C’è anche chi non fa colazione, per abitudine, per pigrizia, per perdere peso…. In realtà saltando un pasto non si perde peso, e questo l’abbiamo già appurato. Non si sta male se non si fa colazione, il nostro corpo non soffrirà troppo, ha le sue scorciatoie per poter ricavare energia altre fonti. Il nostro corpo si abituerà anche a non fare colazione.
Per la faccenda perdita di peso: si dimagrisce sia che si faccia colazione sia che non la si faccia; dipende dalle abitudini della persona in questione. Chi è abituato a fare colazione e la salta, perde perso. Chi non fa colazione e comincia a farla, perde peso. Questo perché cambiano le abitudini del nostro corpo e si rompe il plateau a cui il nostro corpo era abituato.

Ora, la parte più interessante…. Idee di colazione!

Partiamo dal dolce, perché è quello che si addice di più a noi, o almeno a me.
  • Yogurt, frutta fresca, cereali. Potete assemblarli la mattina stessa, oppure alla sera prima combinando il tutto in un barattolo da conservare in frigo e alla mattina tutti i gusti saranno ottimamente combinati; in quest’ultimo caso otterrete gli Overnight oats
  • Fette biscottate/pane integrale con marmellata e burro vaccino o burro di frutta secca.
  • Frullato di frutta con yogurt
  • Pancakes di banane o classici con frutta fresca


Frullato di pesce con yogurt e cereali 
Pesche, semi misti, yogurt, cereali soffiati 
Pancakes con frutti di bosco


*In generale cercate di evitare carboidrati troppo raffinati che provocheranno un picco glicemico, riportandovi un certo languorino dopo poche ore.

Per quanto riguarda il salato:
  • Frittatina con delle verdurine (pomodori, spinaci, funghi) e pane tostato
  • Pane integrale con salmone affumicato, fesa di tacchino….
  • Pane integrale con avocado
Toast con uovo all'occhio di bue
Toast con diversi toppings














Se avete bisogno di semplice ispirazione, in alto trovate delle foto delle mie colazioni...tra cui anche un video veloce veloce! 
E voi? La colazione la preferite dolce o salata? Con cosa vi piace cominciare la giornata?


Fino alla prossima settimana, buona vita!

Nessun commento:

Posta un commento