domenica 6 marzo 2016

Acqua2O

Acqua: una semplice molecola di 3 atomi che rivoluziona la nostra vita. Dalla chimica alla salute


Hey guys!

Oggi parliamo di acqua.

Non ditemi che ero l'unica che quando studiava chimica e si arrivava all’acqua, che è formata da H2O, dopo un po’ che ripeteva, se ne veniva fuori con acqua2o…. in caso fossi solo io, beh bisogna essere originali a questo mondo.


Come abbiamo accennato, la formula chimica dell’acqua è H2O quindi una molecola di acqua è formata da un atomo di ossigeno e due di idrogeno.
Molecola di acqua H2O


Struttura della molecola di acqua



L’ossigeno possiede 6 elettroni nell’ultimo livello energetico. 

Un atomo è stabile quando nell'ultimo livello energetico possiede 8 elettroni.  

All'ossigeno, per raggiungere l’otteto e quindi la stabilità, servono due elettroni. 

Si può trovare un atomo che abbia due elettroni, e che gliene manchino 6, oppure due atomi che forniscono ciascuno un elettrone.

Nel caso dell'acqua, all'ossigeno i due elettroni mancanti vengono forniti da due atomi di idrogeno. Ogni atono di idrogeno possiede quindi un elettrone. 

Questo legame funziona perché all'idrogenoper raggiungere la stabilitàservono 2 elettroni. L'idrogeno funziona così perché è uno dei primi elementi sulla tavola periodica. 

Formula chimica di Lewis - Acqua

Legame covalente polare


Il tipo di legame che si forma tra ossigeno e atomi di idrogeno è un legame covalente polare. 

E' un legame che mette in perfetta comunanza l’elettrone tra ossigeno e idrogeno. 

PERO'

A causa della particolare disposizione degli atomi nello spazio, e della forma che assume la molecola di acqua, l’ossigeno attira un po' di più gli elettroni in comune. 

L'ossigeno si ritrova ad avere una carica leggermente negativa. L’idrogeno, cedendo per un po' gli elettroni all'ossigeno, si ritrova con una carica leggermente positiva

Ecco perché il legame covalente è polare. 

Questo scompenso di carica fa in modo che le molecole di acqua si attirino tra di loro.
Acqua: Legame covalente polare

Il pH dell'acqua


L’acqua ha un pH neutro, quindi 7. 

Questo le permette di assumere l’appellativo di sostanza anfotera. Una sostanza è anfotera quando da un punto di vista chimico si comporta sia da acido sia da base a seconda della sostanza con cui viene in contatto. 

Se si comporta da acido vuol dire che libera ioni H+, se si comporta da base vuol dire che accetta gli ioni H+ liberati dall’altra sostanza.

Bene, brava, otto più…. Maaa ‘na cosa più semplice di cui parlare non c’era? 

Ok… ehm vediamo…

L'importanza dell'acqua


Come sappiamo l’acqua è la principale fonte di vita ed è il mezzo in cui la vita si è sviluppata quando si è formata la nostra Terra.

Il nostro organismo è formato per il 65% di acqua. Quest’acqua si trova principalmente nel citoplasma delle cellule, nel plasma sanguigno e nel midollo osseo.
Percentuale di acqua nel corpo umano


L’acqua svolge importanti funzioni nell'eliminazione delle scorie derivanti dai vari processi metabolici che avvengono nel nostro organismo. 

Volendo allargare il concetto, quindi, possiamo dire che l’acqua aiuta a depurare l’organismo, ad eliminare le scorie responsabili della ritenzione idrica e a perdere peso.

Va ad idratare la pelle rendendola più bella, luminosa, elastica e riduce la secchezza.

È essenziale al processo digestivo perché permette l’assorbimento dei nutrienti.

Regola inoltre la temperatura corporea, quindi ci fa sudare quando è caldo e concentra i Sali minerali quando è freddo.

FoodSchool tip: lo sapevi che quando è freddo la nostra pipì è più pura. Contiene meno sali minerali perché questi vengono mantenuti nell'organismo per fare in modo che il liquido non congeli e si mantengano le funzioni vitali.

L’acqua è molto presente nei muscoli, 75%, quindi aiuta il mantenimento e lo sviluppo muscolare negli atleti.

Inoltre bere acqua aiuta quando siamo stanchi, in qualche modo ci risveglia perché va ad idratare il cervello, che è fatto per l’80% da acqua. 

Quindi se siamo a lezione e stiamo prendendo sonno, proviamo a bere, magari ci svegliamo un po’, occupiamo il tempo perché beviamo e facciamo del bene al nostro corpo. 

It’s a win win!

Da qui deriva l’importanza di bere molto durante la giornata.

Ma molta quanta? Guarda che sono a scuola, al lavoro o in luoghi pubblici, non posso andare al bagni ogni due secondi e tanto meno mettermi un catetere, non sarebbe carino…  

Si ho capito, anche io sono nella tua stessa situazione, ma per la salute questo ed altro!

Quanta acqua bere?


L’acqua che ingeriamo non deve essere solo sotto forma di acqua che esce dal rubinetto. Dobbiamo considerare quella che ingeriamo con frutta e verdura e quella contenuta in altre bevande

Le altre bevande devono essere possibilmente infusi e tisane. Sono da evitare bevande nervine, energetiche, gassate o succhi di frutta comprati che contengono molto zucchero e che nel lungo periodo possono portare ad un aumento di peso.

Avrai sicuramente sentito parlare di circa due litri al giorno, soprattutto quando fa caldo e quando si fa attività fisica. 

Non ti scandalizzare per questo numero, non è tanto difficile da raggiungere, leggi un po’ qui sotto.

È buona pratica cominciare la giornata bevendo un bel bicchiere di acqua appena svegli. 

C’è chi suggerisce di bere dell’acqua tiepida con il succo di limone per riattivare l’organismo e depurarlo dopo una notte di riposo. Questo favorirebbe quindi la regolarità intestinale

E si, avete letto bene, acqua tiepida…. non fa proprio schifo grazie alla presenza del succo di limone.  Poi il limone, come abbiamo visto, rende basico il corpo e fornisce vitamina C.

Se vogliamo continuare sull’onda della perdita di peso, possiamo bere un bicchierone di acqua mezz’ora prima di mangiare, in questo modo riempiamo un po’ lo stomaco. 

Un altro accorgimento prevedrebbe che durante i pasti non si debba consumare molta acqua, ma piuttosto dopo i pasti, per una questione digestiva.  

Vediamo quindi che mancano il pomeriggio e la mattina in cui dovremmo bere mezzo litro di acqua.

Attenzione però, perché un consumo eccessivo di acqua, 4 litri ed oltre ( è possibile?!) ha un effetto negativo sulla salute.  
Troppa acqua va a diluire in modo eccessivo le concentrazioni interne al nostro organismo creando scompensi per quanto riguarda sali minerali. In oltre rallenta la digestione e aumenta la pressione arteriosa.

Come posso sapere se sto bevendo giusto, poco o troppo? 


Basta guardare il colore delle urine, dovrebbero essere giallo paglierino e inodore.
Se sono gialle/scure e puzzolenti vuol dire che ci sono troppi sali urici concentrati.
Se sono praticamente trasparenti e puzzano…. Potresti aver mangiato asparagi ed essertene dimenticato, quindi non allarmarti!

Tutto quello che ho detto sembra ovvio, che dobbiamo bere più acqua per stare bene, eppure sembra che il 75% della popolazione sia cronicamente disidratato.

FoodSchool tip:Lo sapevi che con il passare dell’età perdiamo la capacità di riconoscere quando abbiamo sete e finiamo con il mangiare? Ed ecco che anche questa può essere una causa di aumento del peso, quindi, un consiglio… hai fame? Prova a bere, aspetta 10 minuti e poi                 vedi se hai veramente fame.. potresti aver avuto solo sete!

Se volete sapere quale acqua scegliere al supermercato, non perdetevi il prossimo post!

Mi raccomando, idratatevi, e fino alla prossima…buona vita!

Ps. Se per caso avete bisogna di un po’ di ispirazione, di qualsiasi tipo, musicale, di allenamento, di crescita personale, di lettura; nella colonna a destra trovate link a Facebook, Pinterest, Spotify, Goodreads, Instagram in cui potete sbirciare un po' più nella mia vita e trarre ispirazione, magari.

Nessun commento:

Posta un commento