mercoledì 9 marzo 2016

Acqua2O: quale acqua bere?

Oligominerale, naturale, frizzante, ricca di minerali ... quale acqua scegliere?

Buongiorno Buongiorno!!

Continuiamo oggi a parlare di acqua. Nel post della volta scorsa abbiamo approcciato l'argomento da un punto di vista chimico e della salute. Abbiamo parlato di struttura molecolare, legami chimici, pH, l'importanza dell'acqua e quanta acqua bere.

Oggi parliamo delle diverse tipologie di acqua che esistono e che si trovano in commercio.

Come sappiamo esistono diversi tipi di acqua. Non parlo del banale liscia, gassata o Ferrarelle(?!), ma della quantità di sali minerali contenuti nell’acqua naturale. 



Come determinare il residuo fisso


A livello di laboratorio, per determinare la quantità di sali presenti nell’acqua, si porta l'acqua ad ebollizione e la si fa evaporare. Una volta allontanata l'acqua si vede quanto residuo fisso rimane, quindi quanti sali minerali. 

Abbiamo acque: minimamente mineralizzate, oligominerali, medio minerali e ricche di sali minerali.  

Reisduo fisso di acqua


Tipologie di acqua: come usarle



In linea generali le acque con pochi sali minerali sono indicate per chi soffre di pressione alta o di calcoli renali perché aiutano ad eliminare le scorie. 

Per chi fa attività fisica, suda molto o ha delle carenze minerali, vanno bene le acque ricche di sali minerali

A seconda delle necessità basta leggere nell’etichetta dell’acqua quale sale è maggiormente presente e scegliere quella che fa al caso nostro. 


Al primo anno di università, con la professoressa di tecnologie alimentari, abbiamo partecipato ad un incontro con un esperto di acque minerali che ci ha fatto fare anche delle degustazioni

Delle degustazioni di acqua! 

Sembra strano, ma in realtà è stato interessante e si riusciva a sentire la differenza tra un’acqua e l’altra. 

Abbiamo cominciato con l’acqua con pochissimi sali minerali che non sapeva da nulla, era molto leggera, inutile praticamente. 

Siamo passati ad una acqua normale. 
Infine ad una molto ricca di sali minerali. Quest’ultima sembrava acqua di mare, eppure si trova in commercio. Abbiamo scoperto che proveniva da una sorgente Slovena, o Croata, non mi ricordo. In quelle zone viene venduta in farmacia ed è consigliata per chi soffre di stipsi/costipazione, ovvero non fa la cacchina. 

Perché quest’acqua ricca di sali minerali aiuta a combattere la costipazione? 

Perché per un processo osmotico richiama acqua nell’intestino aiutando l’avanzata delle feci.


Da questo incontro è anche emerso che esistono i sommelier di acqua nei ristoranti. Sono chiamati idro-sommelier. Consigliano quale acqua è meglio consumare a seconda del piatto che si è ordinato, sia per esaltarne il gusto, sia per pulire la bocca se il piatto è grasso.  

Idrosommelier

La trovo una cosa curiosa e inutile allo stesso tempo, nel senso che magari sì, cambia leggermente la percezione della pietanza in bocca, ma alla fine stiamo parlando di acqua!

Non so se sia stata la giornata alquanto uggiosa che mi ha ispirato nello scrivere di questo argomento o cos’altro, ma a parlare di tutta quest’acqua mi è venuta sete.
Bicchiere di acqua
Vi esorto a bere un bel bicchierone di acqua per rinfrescarvi le idee e giusto per, portate un bicchiere di acqua anche a chi è nella stanza con voi! 

Magari vi guarderanno come per dire “ma calocssa de un fià più gustoso no ghe gera?”

Voi fate finta di nulla, alzate il calice e brindate ... buona vita!

Ps. Se per caso avete bisogna di un po’ di ispirazione, di qualsiasi tipo, musicale, di allenamento, di crescita personale, di lettura; nella colonna a destra trovate link a vari social in cui potete seguirmi e ampliare i vostri orizzonti.

Nessun commento:

Posta un commento