domenica 24 gennaio 2016

C'è del grasso in Danimarca

Introduzione sui lipidi: cosa sono, che funzioni svolgono, perchè sono importanti


Hey guys!

Lo senti, aspetta, no ecco…. Shhhh lo senti?! È Shakespeare che si rivolta nella tomba per questo titolo oltraggioso, ma cosa ci vuoi fare, secondo me è carino e cattura l’attenzione. 

Qualcuno potrebbe non pensarla così.

Vediamo se ormai mi conoscete, di cosa parleremo oggi se non di Shakespeare?
Di lipidi ovviamente!


Esatto, oggi cominciamo dall’ABC dei lipidi, le prossime volte scopriremo qualcosa di molto più curioso e alla portata di ogni giorno.

Per cominciare in modo originale ho pensato di andare su Google e digitare ‘Gras’ per vedere quali voci escono per prime e troviamo: 

grassi saturi, grasso, grassi idrogenati, grassi insaturi, polinsaturi, vegetali, buoni…  a questo punto chi più ne ha più ne metta. 

Scuminziamo da un canton e andiamo avanti.

Nome: Lipidi o grassi, per gli amici
Cognome: vuoi darmi una terza parola per fare confusione, due non bastano?
Nato: con la comparsa dei primi organismi viventi?!      a        sulla Terra          
Cittadinanza: organismi viventi
Residenza: in diverse parti del corpo
Via dei trigliceridi, Tessuto adiposo
Stato civile: semplice o complesso, a seconda di come mi gira quel giorno
Professione: riserva energetica, metabolica, precursore di ormoni – poi si parla di disoccupazione, bah-
Segni particolari: bruno o bianco, solido o liquido, buono o cattivo

Da questa panoramica iniziale non abbiamo scoperto molto. Cerchiamo allora di farceli un po' più amici, magari si confidano e ci dicono qualcosa di più.

Noi dei Lipidi, siamo un grande famiglia. 

Ci accomuna: 

  • l’insolubilità in acqua (non ci piace lavarci e profumare di violetta), quindi ci isoliamo un po’ dalla massa 
  • siamo formati principalmente da idrogeno, ossigeno e carbonio tenuti assieme da legami covalenti 
  • siamo scarsamente polari (con poche cariche elettriche e per questo idrofobi)
  • alcuni di noi sono più eccentrici e portano in testa un gruppo polare (una maggiore carica elettrica) che li fa interagire in modo diverso con le altre sostanza.

Ci sono però due rami di discendenti: 

  • gli esteri del glicerolo o gliceridi 
  • i non gliceridi

Esteri del glicerolo o gliceridi


Sono molecole che hanno come struttura di base una molecola di glicerolo e un numero variabile di acidi grassi legati. 

Questi gliceridi possono essere semplici o complessi.


  • Semplici: formati solo da Carbonio, idrogeno, ossigeno.                        Tra questi abbiamo, ad esempio, i trigliceridi.    
    • Trigliceridi: una molecola di glicerolo e 3 molecole di acidi grassi.   Gli acidi grassi sono catene di C e H, con lunghezza variabile, con legami singoli (grassi saturi) o doppi (grassi insaturi) tra C e H,  possono essere tutti uguali o diversi tra loro. A seconda della struttura chimica dell’acido grasso cambia il comportamento del lipide.  Sono riserve energetiche, si trovano in animali e vegetali.
Trigliceridi: una molecola di glicerolo e 3 di acidi grassi

  • Complessi: oltre allo schema base: C-H-O, questi sono legati ad altre molecole come un gruppo fosfato, che conferisce una carica negativa alla molecola e formano le membrane cellulari; oppure un glucide o carboidrato.

    Non gliceridi

    Sono molecole che non contengono il glicerolo
    Ad esempio gli steroidi hanno una struttura circolare a cui sono agganciati gli acidi grassi.

    Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

    Importanza dei lipidi


    Come abbiamo detto all'inizio, i lipidi sono una importantissima fonte di energia per le cellule grazie all'elevato numero di atomi di H. 

    A parità i peso, i lipidi liberano molta più energia di carboidrati e proteine.
    Infatti 1 gr di lipidi contiene 9 kcal, contro le 4 contenute in 1 gr di carboidrati o 1 gr di proteine.

    I lipidi sono importanti per chi svolge attività fisica; per il metabolismo dei carboidrati (come abbiamo visto in questo post); perchè apportano acidi grassi essenziali come gli omega 3, 6; per l’assimilazione di vitamine liposolubili (ad es. vitamina D); per la produzione di ormoni e vitamine perché non dobbiamo dimenticarci che i lipidi sono un gruppo molto vasto con diversi ruoli.

    Se sei interessato a scoprire altre curiosità sui lipidi, le tipologie di acidi grassi, quali alimenti li contengono e il loro ruolo nell'alimentazione, non devi fare altro che aspettare la prossima puntata!


    Fino alla prossima…buona vita!

    Nessun commento:

    Posta un commento