domenica 16 aprile 2017

Filippo Ongaro a Venezia: salute e alimentazione

Futuribili Festival: Filippo Ongaro a Venezia per parlare dell'alimentazione e di abitudini per una vita sana


Buongiorno Buongiorno,

Buona Pasqua a tutti! Sono appena tornata da un pomeriggio pasquale alternativo all'insegna della musica classica. Alla Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari a Venezia hanno organizzato un concerto con flauto, clarinetto ed organo in occasione della Pasqua. Con mio papà abbiamo deciso di assistere. Per la serie " pomeriggi di Pasqua alternativi".

Parliamo di cose serie, ora. Questa settimana, in occasione del Futuribili Festival di Venezia, c'è stato l'incontro conclusivo con nientepopodimeno che il Dottor Filippo Ongaro.



L'ho conosciuto tramite il DiVita Magazine, di Despar e ho avuto occasione di assistere ad un suo intervento questo inverno a Vicenza. 

Oh, manco fossi sponsorizzata da Despar, che ne parlo così tanto. Ma genuinamente trovo i loro contenuti interessanti.

Non potevo farmi scappare l'incontro sotto il naso. Ho reclutato genitori e la mitica Ire e siamo andati ad assistere. 


Questo incontro è stato portato avanti come una specie di botta e risposta, in cui un giornalista del Gazzettino poneva delle domande ad Ongaro portando avanti la conversazione.

Ascoltare Ongaro che parla è un piacere, e il tempo è volato. Nonostante gli argomenti fossero circa come quasi quelli dell'incontro dell'inverno, repetita iuvant.

Il tutto è cominciato sottolineando come negli ultimi anni si sia scoperto che i geni del nostro DNA possono essere modificati a seconda di quelle che sono le nostre abitudini quotidiane. 

Il futuro di nessuno è predestinato. 

Ognuno è artefice del proprio destino, in tutti i sensi. Dalle scelte lavorative sentimentali, a quelle che riguardano la salute, la forma fisica e la malattia. 

Sta quindi a noi decidere cosa è meglio per noi. Dobbiamo formare della abitudini positive che andranno a determinare la qualità della nostra vita, permettendoci di essere in salute, pieni di energia e quindi, in the long run, ad invecchiare bene.

Abbiamo ormai imparato tutti che mangiare verdura e frutta è meglio che mangiare patatine fritte; che allenarsi è meglio che stare seduti ... se tutti sappiamo questo ... 



Perchè è così difficile mettere in pratica le buone abitudini? 


Perchè l'obesità, il diabete e la pressione alta sono sempre più frequenti anche nei più giovani? 

Perchè il nostro stile di vita è cambiato. Abbiamo assunto dei comportamenti di comodo, che ci appagano, subito, ma che con il lungo andare ci fanno stare male.

Cambiare verso stili di vita più sani, risulta essere scomodo, quasi un sacrificio, ovviamente non ci appagherà in modo immediato allo stesso modo. 

Per questo le diete, comunemente intese non funzionano. La gente smette prima di vedere i miglioramenti. 

Bisogna entrare nell'ordine di idee che bisogna guardare avanti, ad un orizzonte temporale più lontano. 

Dobbiamo avere fiducia nel cambiamento che sta avvenendo, perchè la ricompensa finale sarà molto più grande. 

A questo punto mi viene da inserire un pensiero che ho sentito poco tempo fa alla radio. 

Tutti sappiamo che la dieta mediterranea, intesa come stile alimentare basato principalmente su verdura e frutta, olio evo, legumi, cereali integrali, carne bianca e poca carne rossa fa bene. Al mondo tutti ce la invidiano. E' in casa nostra. 

Dieta Mediterranea

Originariamente è nata come la dieta dei poveri. Era lo stile di vita dei contadini. 

Come è che oggi mangiare questi semplici cibi è diventato costoso? Perchè siamo onesti, ma frutta e verdura costano. Se ci aggiungiamo poi l'olio buono, e le carni buone... hai voglia! 

Allora, per comodità economica e di tempo, siamo scivolati verso cibi pronti, surgelati, fast food... che sappiamo non essere proprio le alternative migliori. Al momento costano poco, Se poi ci fanno ammalare, dobbiamo curarci. 

E vai dal medico, e fai gli esami, e compra le medicine ...  noi siamo fortunati per cui un po'paghiamo noi e un po paga lo stato. 

Ma sapete quanti soldi lo stato e noi risparmieremo di cure se tornassimo a mangiare la dieta mediterranea e quindi se i prezzi dei generi alimentari fossero senza l'IVA?!? Perchè parliamoci chiaro, l'IVA al 10% applicata sui generi alimentari, costa! Alla fine sono sempre i cittadini a rimetterci con questa IVA. 



Ovviamente a papà stato, come direbbe la mia prof di italiano delle superiori, non sarebbe contento perchè non guadagnerebbe abbastanza. Bisognerebbe guardare a lungo andare, e fare un confronto con una eventuale riduzione di costi nel settore sanitario. 

Non sta a noi fare questi conti, e non è questa la sede per parlare di questi argomenti politici per cui ognuno ha la sua idea. Il mio era solo uno spunto riflessivo.

Torniamo all'incontro con Filippo Ongaro

Nutrizione, Integrazione, Allenamento, Tecniche di rilassamento e meditazione sono i 4 pilastri che secondo Ongaro stanno alla base di una vita sana. Andiamo a vedere perchè, anche se alcune sono più che ovvie.


Nutrizione o Alimentazione

Nutrizione e alimentazione


Sappiamo che al giorno d'oggi non ci mancano le informazioni relative ai prodotti alimentari e al loro impatto sulla nostra salute. Ci è stato detto tutto e il contrario di tutto, prima demonizzando gli zuccheri e i carboidrati, poi i grassi, le proteine ... numerose sono le diete che escludono uno o più gruppi alimentari. 



Ongaro è un sostenitore della dieta onnivora. Se guardiamo alla storia evolutiva, siamo passati dall'essere cacciatori e raccoglitori, a coltivatori e allevatori. Queste trasformazioni ci hanno permesso di avere più cibo a disposizione, più varietà, un surplus energetico che ha portato ad uno sviluppo evolutivo non da poco. 

Verdura e frutta sono essenziali. 

I cereali integrali devono passare nella corsia preferenziale, a discapito di zuccheri e di cereali raffinati che sono percepiti quasi al pari degli zuccheri. 

Le proteine non devono passare in secondo piano perchè sono essenziali per costruire i muscoli. I muscoli sono indispensabili per farci muovere con agilità, tenerci saldi sui piedi e farci affrontare i movimenti di tutti i giorni.

E per i grassi? Non dobbiamo ridurli troppo, ne risentirebbero gli ormoni. Dobbiamo preferire quelli insaturi, come gli Omega 3 del pesce azzurro e quelli dell'olio EVO.

Alle 10 di mattina e alle 4 di pomeriggio, chi si ricorda cosa succedeva quando eravamo piccoli? La mamma ci faceva fare la merenda! Ecco che dobbiamo tornare un po' bambini e ricordarci ci fare degli spuntini durante la giornata. 

Integratori alimentari

Oggi l'alimetazione ci fornisce il minimo di micronutrienti per non avere patologie da carenza, ma non ci forniscono un apporto ottimale. 

Integratori alimentari

Per vivere una vita a lungo e in salute, dobbiamo puntare ad assumete un livello ottimale. La carenza di micronutrienti è una conseguenza degli stili di vita, della qualità del cibo che troviamo in commercio, della cottura stessa. 

Secondo Ongaro non possono mancare gli integratori di Omega 3, un multivitaminico, un antiossidante come l'acido alfa lipoico, la vitamina D, e gli integratori proteici per coloro che fanno attività fisica avanzata o che per scelte alimentari non assumono abbastanza proteine.

Allenamento fisico 

Allenamento fisico non è sinonimo di attività fisica

Per attività fisica si intende la camminata, il tenersi in movimento. 


Manubri
L'allenamento prevede una maggiore attenzione e un maggiore dispendio di energie per potenziare i muscoli, la resistenza, per ottenere uno stato di salute migliorato. 

L'allenamento con i pesi deve essere preso in considerazione perchè è l'unico che può consentire un potenziamento muscolare.



Tecniche di rilassamento e di meditazione

Ci portano subito a pensare all'india e allo yoga, alla cina e al tai chi, ai monaci tibetani sugli eremi dei monti... è qualcosa di diverso dalla nostra cultura, è vero. 

Numerosi sono gli interessi e gli studi che si stanno compiendo in occidente sui benefici che comporta il controllo della mente agli stimoli e agli impulsi della vita di tutti i giorni. 

Certo che all'idea di stare fermo per 20 minuti, in silenzio e con i nostri pensieri non è facile. Anzi, ci sembra impossibile. 

Al giorno d'oggi sembra che non abbiamo più la possibilità di vivere le emozioni che proviamo e di vivere il momento in cui siamo. Dobbiamo pensare a quello che ci aspetta. Dobbiamo pensare a quello che è passato e che magari non è andato come volevamo. Dobbiamo fare per non pensare a qualcosa di triste che magari ci è successo. 

Vi assicuro che non è affatto semplice. Per caso il 10 aprile ho iniziato un corso di 21 giorni di meditazione con Oprah e Deepak Chopra, online e gratuito. Ogni giorno per 20 minuti ci si concentra su un mantra e su una frase che ci fa riflettere sulla fede. Fede in noi, fede che è sempre presente anche quando ci sembra di avere tutto contro. 

Oparh e Deepak - Hope in uncertain times

Predico bene e razzolo male, perchè dal 10 che è iniziato, ho fatto solo 2 giorni, e siamo al 16 oggi... forse sono leggermente indietro. 
Ma non mi scoraggio. So che se lo faccio è per il mio bene. Devo solo prendere l'abitudine.

Non stiamo parlando di fisica quantistica da applicare quando dobbiamo mangiare. Stiamo parlando di tornare un po'alle origini. 

Possiamo cominciare quando vogliamo a dare una svolta alla nostra vita. Basta fare il primo passo. Se non sappiamo da che parte cominciare o cosa fare, possiamo rivolgerci ad un personal trainer, ad un nutrizionista. Possiamo cercare i corsi di meditazione vicini a noi. Possiamo chiedere a Google che ci trovi una risposta. 

L'allenamento e le tecniche di rilassamento sono secondo me i due punti più semplici da cui partire. 
Vai in palestra e ti fai fare una scheda; voi su YouTube e trovi dei video di meditazione guidata. Boom, hai fatto il primo passo.

Poi viene l'alimentazione. Già in palestra potresti trovare un nutrizionista che ti da qualche linea guida. Ma ricorda, allenamento e alimentazione vanno di pari passo. 

Conoscete il detto per cui "Abs are made in the kitchen" giusto? Basta trovare la cucina che ci faccia questi benedetti addominali!

Abs are made in the kitchen

Rimane sempre Ongaro che con il suo blog e con i suoi video ci guida in questa giungla.

Se volete comincare questo nuovo percorso, sappiate che sbaglierete, che ci vuole costanza, che ci saranno giorni in cui non avrete voglia ...  iniziate questo percorso con un amico, che vi possa sostenere, spronare, motivare e capire!

Spero di avervi appassionato a questo modo di vedere il mondo e la vita. Spero di avervi tenuto buona compagnia.

Ancora Buona Pasqua e Buona Vita!
Buona Pasqua








Nessun commento:

Posta un commento