domenica 12 febbraio 2017

Peso e sollevamento pesi

Peso corporeo, invecchiamento, età cerebrale e sollevamento pesi sono collegati tra loro 

Hey guys!

Ci stiamo avvicinando sempre più a carnevale, il che vuol dire frittelle e galani, grasso e zuccheri a volontà! Se vi interessa potrei fare un post dedicato al carnevale, in caso contrario lo farei ugualmente perché sarà interessante per me e per qualcun altro li fuori.
Oggi ho deciso di parlarvi di peso. Peso corporeo e sollevamento pesi. Come sono collegati, quali sono i benefici di un attività di tonificazione rispetto ad attività aerobica. 
Avevo già accennato a questi argomenti, ma mi sono imbattuta in un paio di articoli interessanti e ho pensato di riproporvi l’argomento in modo un po’ più approfondito.

Il peso corporeo è il peso che ogni essere umano raggiunge tenendo conto di:
  • statura
  • costituzione 
  • età
  • composizione corporea
  • sesso
  • stato di salute

Il peso ideale è il peso che un soggetto tende a raggiungere per uno sviluppo armonico. È anche il peso attorno al quale è più in salute e le probabilità di ammalarsi sono minori.

Secondo me il peso ideale non esiste a priori, ognuno ha il suo, perché pur essendo tutti esseri umani, pur essendo uomini o donne, siamo tutti diversi tra di noi.

Quindi non dobbiamo fasciarci la testa sul peso da raggiungere a seconda del sesso, dell’altezza e della costituzione. Possiamo essere più o meno grassi, muscolosi, con le ossa pesanti, con più ritenzione idrica, con una leggere disfunzione della tiroide … costipati …. Sono tanti i fattori che possono influenzare il nostro peso corporeo.

Una cosa è certa ormai da molto tempo, avere un po’ troppa massa grassa, soprattutto quando attorno all’addome, non è sinonimo di salute.

Un articolo che mi ha colpito collega il peso all’età cerebrale. 
Cervello allenato
Più precisamente si analizza l’essere in sovrappeso con la composizione del cervello. In questo caso si confrontava la quantità di materia bianca presente nel cervello dei persone normopeso e obese.

E l’età cerebrale come ci entra?

Da questo studio è emerso che nelle persone obese, indipendentemente dall’età, la materia bianca del cervello era simile a quella riscontrata nelle persone anziane.

La materia bianca è quel tessuto del cervello responsabile della trasmissione degli impulsi elettrici – nervosi al resto del corpo. Una diminuzione di materia bianca può portare ad una malattia neurodegenerativa.

Dallo studio è emerso che le persone obese hanno una quantità di materia bianca ridotta rispetto ai loro coetanei normopeso. Più precisamente, la quantità in meno di materia bianca trovata nelle persone obese era corrispondente a quella dei soggetti normopeso più vecchi di 10 anni.


Ha senso questa frase? Sono che la rileggo ma non son sicura si capisca il concetto … mmm

Questa diminuzione di materia bianca non ha riscontrato diminuzione di capacità cognitive o intelligenza, ma è solo sinonimo di invecchiamento. Dallo studio non è emerso se una diminuzione di peso possa invertire il processo di invecchiamento del cervello.


Banner 2017 Image Banner 300 x 250

In un altro studio è stato indagato il beneficio del sollevamento pesi con la salute e la funzionalità del cervello
Questo studio si è basato su pazienti femmine tra i 65 e i 75 anni con lesioni esistenti alla materia bianca del cervello. In questo caso, quindi, abbiamo sempre la materia bianca da osservare e come si modificano queste lesioni con l’allenamento.
Lo studio è durato un anno e ha suddiviso le donne in due gruppi con diversi regimi di allenamento.
Allenamento anziani
I risultati più eclatanti si hanno avuti per le donne che si allenavano due volte alla settimana con un programma di sollevamento pesi
Dalle ecografie al cervello è emerso come sia rallentato l’invecchiamento. L’allenamento due volte alla settimana con pesi ha portato ad una minore riduzione di materia bianca, le lesioni non sono peggiorate, è migliorata la stabilità motoria ed la camminata è diventata di conseguenza più sicura e veloce.

Quindi, se le lesioni cerebrali non sono inevitabili, attraverso l’attività fisica e il sollevamento pesi si può controllare e migliorare la salute di quel muscolo che è il cervello.

Perché allenarsi con i pesi, mano a mano che si invecchia è benefico?

Perché con l’avanzare dell’età il tono muscolare tende naturalmente a deteriorarsi. Questo porta ad essere più fragili, meno sicuri e stabili sulle gambe. Se cadiamo abbiamo più probabilità di farci male seriamente e di romperci qualche osso. 





Parenti con la protesi all’anca, nessuno?? Io si, due, come fosse scaduta la garanzia.

Oh, oh, vediamo, età: avanzata, muscoli: zero, movimento: ridotto, e anca sia! immagino qualcuno dall’alto che controlla la lista tipo ce l’ho, ce l’ho, manca.




Allenarsi sollevando i pesi aiuta a mantenere sotto controllo il peso corporeo, per cui costruendo muscoli si riduce il grasso; si diminuiscono i livelli di colesterolo; si fortificano le ossa; si fa scorrere il sangue in tutto il corpo e il cuore si mantiene attivo. Il sangue porta ossigeno che è come benzina per le nostre cellule e aiuta a ripulire l’organismo dalle scorie.

Approcciarsi all’attività fisica, va fatto con cautela e attenzione, dopo aver consultato il proprio medico e con la supervisione di un personal trainer che vi possa guidare negli esercizi più adeguati e correggere nella forma dell’esecuzione.


A questo proposito vi lascio nelle mani volenterose, motivate ad aiutarvi e gentili della mia Personal Trainer preferita: Irene!! Non siate timidi, qualsiasi dubbio, curiosità, problema, scrivetele in Direct e lei sarà più che felice di ascoltarvi.

Ps. Se per caso avete bisogna di un po’ di ispirazione, di qualsiasi tipo, musicale, di allenamento, di crescita personale, di lettura; nella colonna a destra trovate link a vari social in cui potete seguirmi e ampliare i vostri orizzonti.

Buona vita!

Nessun commento:

Posta un commento