domenica 29 maggio 2016

Ceci

Ceci: 2 semi in un baccello, legume sano neutro e versatile, riempie il pancino anche se tondo e piccolino


Bok Bok! 

Ci credete che siamo già alla fine di maggio?! Cioè....praticamente quasi metà anno se ne è andato.....

Anyways, gioite! E' finito il tempo di esami per moi quindi ho più tempo da dedicare ai post futuri. 
Vedrete che ci saranno cose interessanti come la frutta secca, le proteine .... ma non sveliamo altro anche perchè... hem... al momento non mi viene altro... 

Se avete idee o argomenti che vi interessano, lasciate scritto nei commenti e io vedrò di documentarmi. 

Ho già avuto una richiesta sulla fame nervosa, quindi ci sarà anche questo argomento.

Oggi ci concentriamo sui miei adorati Ceci

Ceci secchi

Essendo stati, i ceci, oggetto di un progetto per marketing e per business plan, sono stata 6 mesi a remenar ceci

Con oggi metto definitivamente fine al concetto di ceci.

CECI: UN PO' DI INFO



Pianta del cece
Il cece è una pianta erbacea della famiglia delle leguminose


La piantaannuale, presenta una radice ramificata profonda. 
Le radici più profonde possono arrivare anche a 1,20m di profondità.
Questo permetta alla pianta una media resistenza alla siccità


La pianta trova le sue condizioni ottimali in ambienti semi-aridi.

La pianta è alta circa 50 cm e produce dei baccelli corti, che contengono uno o due ceci. 


Ha una fioritura e una maturazione scalare. Sulla pianta si avranno contemporaneamente fiori e semi. 


A distanza di 4 o 6 mesi dalla semina, verso giugno o luglio, i baccelli potranno essere raccolti quando vedremo che le piante sono ingiallite e i baccelli sono secchi

semi di questa pianta sono i ceci


semi sono rotondeggianti e lisci, oppure rugosi, angolosi e rostrati, a seconda della cultivar. 

Sembra di vedere Mendel che seleziona e cataloga i ceci invece che i piselli: lisci-rugosi, verdi-gialli, fiore bianco-rosa... vi ricordate??? 
Anche se per strade diverse, tutti ci siamo imbattuti nel simpatico abate che coltiva piselli.
Mendel e i piselli

LO SAPEVI CHE IL CECE...


È stata una delle prime colture domesticate

Le specie selvatiche si sono originate probabilmente in Turchia.

Le prime testimonianze archeologiche della coltivazione del cece risalgono all'età del bronzo e sono state rinvenute in Iraq.

I ceci si diffusero in tutto il mondo anticoantico EgittoGrecia anticaImpero romano.

Il nome Cece deriva dal latino cicer, e sembra derivare dacognome di Cicerone, un antenato del quale pareva avesse una caratteristica verruca a forma di cece sul naso. 

Cioè cece e verruca nella stessa frase.... anche no, grazie! Ora non vedrò più il cece allo stesso modo. 

Il cece è la terza leguminosa per produzione mondiale, dopo la soia e il fagiolo.

La coltivazione avviene principalmente in India e Pakistan

In Italia la coltivazione non è molto diffusa.
I ceci vengono consumati principalmente in Liguria, dove piatti tipici a base di ceci sono la farinata e la panissa

Ceci in baccello
È difficile trovare il cece fresco, perché è scomodo avere un seme per baccello e la raccolta diventa molto laboriosa. 

È più facile trovarli essiccati in quanto la raccolta diventa molto più semplice e veloce.

In inglese si chiamano Chickpeas e in spagnolo Garbanzos!



VALORI NUTRIZIONALI DEI CECI


su 100 gr di prodotto secco abbiamo:

Acqua 10,30g                 

Carboidrati disponibili 46,90g  
Carboidrati complessi 39,30g                  
Zuccheri solubili 3,70g    

Proteine 20,90g                  

Grassi (Lipidi) 6,30g                    
                       
Fibra totale 13,60g                  
Fibra solubile 1,13g                    
Fibra insolubile 12,45g

per un totale di 316 kcal. 

Non c’è dubbio che i ceci siano energetici.

Contengano moltissime sostanze fondamentali per il benessere dell’organismo, dalle proteine vegetali alle fibre, alla vitamina C e ad alcune vitamine del gruppo B, oltre a minerali e acidi grassi polinsaturi




COME CONSUMARE I CECI


Abbiamo detto che è molto comune trovarli secchi, al supermercato e questo comporta un ammollo di 12 ore minimo ed una cottura abbondante di 70 minuti in pentola. 

Come se non avessimo altro da fare che correre dietro ai ceci e all'ammollo e alla cottura. 

Grazie all'industria alimentare si possono trovare in scatola già precotti o sottoforma di farina

I ceci precotti in scatola, per qualche arcano motivo, hanno un gusto e una consistenza diversa da quelli che fai tu a casa. 

Non sto dicendo che siano meglio o peggio, sto solo dicendo che sono diversi. 

Proprio come i fagioli. 

Ora, questi ceci si possono usare in diverse forme:



macinati per fare polpette, burger, falafel


Falafel di ceci

interi in insalate, chili, zuppe, rosolati al forno come snack

Insalata di ceci

sottoforma di farina per frittate vegetariane, per pancakes o focacce

Panissa ligure
frullati e trasformati in salsa come l'hummus
Hummus di ceci

sottoforma di pasta, ottima alternativa per le persone intolleranti al glutine, o per coloro che vogliono provare qualcosa di nuovo 
Pasta di ceci

Grazie al loro gusto abbastanza neutro e al loro potere saziante e nutritivo sono un buon alimento da avere a portata di mano come sostituto per rendere i piatti più comuni più sani. 

Ora avete capito perchè ho deciso di portare avanti due progetti all'università con i ceci: sono poco conosciuti ma sono ricchi di contenuto e versatili

Spero di avervi incuriosito a comprare una scatola di ceci e a provare qualche ricettina sfiziosa!

Fino alla prossima volta, mangiate, riempitevi il pancino e passate una buona vita!

Nessun commento:

Posta un commento